TIPI DI IPERTENSIONE

Si distingue:

  • L’Ipertensione Primaria o Essenziale, che rappresenta il 90-95% dei casi di ipertensione, la condizione in cui non viene identificata nessuna causa e la patologia tende a svilupparsi nell’arco di diversi anni.
  • L’Ipertensione Secondaria, dove tale condizione è causata da una patologia sottostante. Questo caso tende a comparire all’improvviso e causa un incremento della pressione maggiore rispetto all’ipertensione primaria. Diverse patologie e diversi farmaci possono causare o innescare un’ipertensione secondaria, tra cui per esempio: problemi renali, disturbi della tiroide, tumori delle ghiandole surrenali, alcune malformazioni cardiache congenite, alcuni farmaci, gli stupefacenti, come la cocaina e le anfetamine, e l’abuso di alcolici.

Per le persone che vivono in paesi industrializzati, la pressione arteriosa sistolica e diastolica tende ad aumentare fino ai 60 anni di età circa. Dopo di che, la pressione sistolica può continuare ad aumentare, ma la pressione diastolica tende a stabilizzarsi o a ridursi. Più del 50% della popolazione occidentale >65 anni ha alti valori di pressione sistolica o diastolica. Tuttavia, per le persone che vivono in alcuni Paesi in via di sviluppo, né la pressione sistolica né la pressione diastolica aumentano con l’età e l’ipertensione è praticamente inesistente, probabilmente per la bassa assunzione di sodio e la maggiore attività fisica.