PREVENZIONE

E’ fondamentale ricordare che il diabete di tipo 2 in molti casi si può, e si deve, prevenire adottando uno stile di vita corretto, con una adeguata attività fisica e tenendo sotto controllo la bilancia.

Nel caso in cui arrivi una diagnosi di diabete di tipo 2 è importante imparare a gestire al meglio la malattia in modo da poterci convivere il più serenamente possibile e soprattutto per evitare le complicanze che possono essere molto invalidanti e addirittura mortali.

L'EMOGLOBINA GLICATA

L’emoglobina glicata (HbA1c) si può misurare grazie ad un esame del sangue che si chiama HbA1c e che mostra il valore medio del glucosio nel sangue di una persona nei tre mesi precedenti. La misurazione della glicemia invece, rivela la quantità di zuccheri presenti nel sangue al momento del prelievo.

É di fondamentale importanza portare questo livello sotto al 7% ed è cruciale mantenersi sotto questo livello nel tempo come indicato dagli Standard di cura del diabete mellito AMD-SID emanati nel 2018. Se questo non avviene è necessario apportare dei cambiamenti alla terapia.

L’esame HbA1c si deve eseguire almeno due volte l’anno, ma nei pazienti che faticano a raggiungere l’obiettivo terapeutico o che non riescono a mantenerlo nel tempo o in quelli nei quali è stata cambiata la terapia è importante che l’esame venga eseguito ogni tre mesi. Sarà il medico a stabilire ogni quanto tempo è opportuno ripetere l’esame perché molto dipende dalle condizioni cliniche, dalla terapia in corso e dalla risposta del paziente ai farmaci.