L’IPOGLICEMIA

L’ipoglicemia è un eccessivo abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue che può portare a svenimento e, in casi più gravi, alla perdita di conoscenza, convulsioni o crisi che richiedono un trattamento immediato e il ricorso tempestivo alle cure di un medico o di un pronto soccorso.

Non è il diabete a provocare le crisi ipoglicemiche! Si possono prevenire ed evitare, dato che sono legate in piccola parte ad un cattivo stile di vita (quando si saltano i pasti o in seguito ad esercizio fisico eccessivo non compensato dall’alimentazione) ma soprattutto sono una conseguenza, un effetto collaterale, delle terapie tradizionali che per il loro meccanismo d’azione ne favoriscono l’insorgenza.

Le ipoglicemie, soprattutto se di entità severa, sono altamente invalidanti per il paziente e per la sua qualità di vita. Per tale motivo, anche le linee guida emanate dalle società scientifiche, raccomandano di perseguire l'obiettivo glicemico in sicurezza e quindi di effettuare una scelta terapeutica che preferisca farmaci che non causano ipoglicemia.

Le terapie si dividono in due grandi gruppi: quelle tradizionali e quelle innovative.

É importante ricordare che qualsiasi sia la terapia i farmaci devono sempre essere assunti su prescrizione e sotto il controllo del medico.